Nato il 4 luglio

La “grande avventura” per i cinquanta volontari pionieri della Croce Rossa di Merate cominciò il 4 luglio 1992. “Nato il 4 luglio”: così i giornali locali, ispirandosi ad una celebre pellicola, fecero eco all’entrata in servizio del nuovo polo di primo intervento.

In verità quel giorno rappresentava soltanto uno dei primi traguardi raggiunti dal gruppo nascente, il quale, dopo aver terminato il corso di preparazione, aveva provveduto con mezzi propri alla sistemazione dei due locali messi a disposizione dal Comune, da qualche anno abbandonati a se stessi e di conseguenza in stato di grave incuria. La disponibilità era allora limitata al solo fine settimana, durante il quale i volontari svolgevano servizio con l’ambulanza denominata “Dino Zoff” che veniva “presa a prestito” dall’ospedale. Le richieste di intervento dal Pronto Soccorso di Merate si facevano aspettare, i volontari alle prime armi, che agivano privi del supporto di medici e infermieri, dovevano ancora acquisire credibilità ed esperienza.
Un passo avanti in tal senso fu sicuramente rappresentato dalla formale istituzione della Delegazione nel mese di novembre 1992 con ordinanza 5297 del 5/11/92 e conseguente nomina prefettizia del primo delegato del gruppo.

Un secondo corso, tenutosi a gennaio del nuovo anno, incrementò notevolmente il numero di volontari attivi, e nello stesso periodo la Croce Rossa di Milano donò la prima autoambulanza alla sede Olgiatese, che acquistò così maggiore autonomia nel collaborare al servizio di 118 di Como. L’ordinanza del 24/11/1993 sancì la costituzione definitiva del gruppo di volontari, atto al quale seguì nel marzo dell’anno successivo la nomina di un Ispettore, e di due Vice-Ispettori.

In questo stesso anno grande festa per l’arrivo di due altre ambulanze, un Ducato, donato dalla Delegazione di Tirano, e un FIAT131 in versione ambulanza, donato invece dalla Delegazione CRI di Schignano, degno di nota, a tal proposito, è il fatto che le ambulanze donate da altri Comitati alla Delegazione Olgiatese erano state ivi destinate in quanto sostituite da ambulanze nuove nei gruppi di provenienza. A differenza delle prime due vetture, che furono allestite a spese del gruppo Olgiatese, l’equipaggiamento della terza venne donato l’anno successivo dai familiari e dagli amici di Daniele Conti, che con questo nobile gesto vollero commemorare la scomparsa del loro caro, avvenuta in tragiche circostanze.

Nel marzo 2003 abbiamo raggiunto un’altro ambito traguardo quello di diventare a tutti gli effetti Comitato Locale (ordianza n° 253 del 24-02-03) affiancando all’attivo e consolidato gruppo dei Volontari del Soccorso anche la Sezione Femminile, potendo quindi operare in piena autonomia come previsto dagli emendamenti riguardanti questa materia.

…una Storia lunga 25 anni, che ci ha portato al Comitato che oggi tutti noi conosciamo…

2007 – Bormio

2013 – Perego

2013 – I° OP. Em.

Il Comitato di Merate è oggi una realtà che può contare su oltre 200 volontari impegnati in numerose attività, suddivise in sei macro Aree: salutesociale, emergenze, principi e valori, giovani e sviluppo.
Negli ultimi anni il numero di volontari è in continuo aumento, segno di un dinamismo del Comitato di Merate e della voglia di fare di tanti uomini e donne che scelgono di mettersi al servizio del prossimo diventando volontari.

Ogni Volontario possiede una formazione di base in materia di primo soccorso ed è in grado di rispondere alle varie necessità che si potrebbero incontrare durante i servizi.

Garanzia e guida delle azioni di ogni volontario di Croce Rossa sono i sette Principi Fondamentali del Movimento Internazionale di Croce Rossa, che ne costituiscono lo spirito e l’etica: Umanità, Imparzialità, Neutralità, Indipendenza, Volontariato, Unità e Universalità.